L'Amnistia caro Ministro è lo scandalo che ci divide: Pannella stava con Papa Francesco

Giusto sulla soglia del 40° Congresso il Ministro della Giustizia Andrea Orlando ha rilasciato alcune dichiarazioni ai giornalisti. Alla domanda, se "le buone notizie che arrivano da Bruxelles" comportino un ulteriore allontanamento dall'obiettivo di porre con l'amnistia la prima pietra di una riforma strutturale della giiustizia (almeno nella visione di Marco Pannella), il Ministro mi ha risposto che l'amnistia è il punto che più di ogni altro lo divide "dai radicali" e di ritenere che se un'amnistia è pensabile oggi nel nostro paese, lo è non come prima pietra, semmai come ultima tegola.

Rifletto su questa risposta da alcuni giorni, da giovedì scorso per l'appunto e mi domando, se da giornalista mi accontento della registrazione, da "radicale" come posso accontentarmi e tacere?  L'amnistia, caro Ministro, è il tema, anzi, è la pietra dello scandalo. L'amnistia non ti divide dai "radicali" forse neppure da una maggioranza di radicali, nè dalle pance pelose di questo paese.
#039;amnistia" height="480" width="580">
L'amnistia, caro Andrea, è il tema, è lo scandalo che ti divide innanzi tutto da Marco Pannella, stravivo in questa battaglia, e da altri due insospettabili "pannelliani" che questo scandalo lo hanno gridato e lo gridano: e .

AMNISTIAA AMNISTIAAAAA AMNISTIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

Youtube video: 

Video Embed: 

Tweet Button Blog: